🚚 Spedizioni gratuite a partire da 55€
x
Negozi
Contatti
30 settembre 2021

Come eliminare gli acari dal materasso

Consigli per igienizzare il materasso

Come eliminare gli acari dal materasso

Gli acari possono a volte nascondersi e annidarsi all’interno del nostro materasso. Questo può avvenire in particolar modo se il materasso è composto di materiali organici (come lana o cotone, dove gli acari proliferano) e soprattutto se non ha avuto una corretta pulizia per molto tempo, o se non è stata fatta nessuna manutenzione. Pulire e arieggiare regolarmente il materasso, fare un’adeguata manutenzione possono essere molto utili per liberarsi degli acari. Un metodo ancora più efficace, naturalmente, è optare all’origine per un materasso ipoallergenico, ad esempio in materiali come la schiuma di poliuretano.

Gli acari sono elementi che possono non solo disturbare il nostro sonno ma avere effetti negativi sul nostro organismo. Il sonno, e un riposo costante e regolare, sono fattori fondamentali per la nostra salute psico-fisica; occorre quindi prestare attenzione e curare tutti gli articoli per il riposo e gli accessori che scegliamo. Il materasso è forse l’elemento principale, e deve essere comodo, traspirante e, soprattutto, pulito.

Ecco alcuni consigli su come eliminare gli acari e avere un letto perfettamente igienizzato.

Cosa sono gli acari?

Gli acari della polvere sono minuscole creaturine, invisibili a occhio nudo, che possono scatenare fastidiose allergie; essendo così piccoli, e facendo effettivamente parte della comune polvere che vediamo in casa, questi possono arrivare ad annidarsi nei nostri materassi, in particolare quelli costituiti di materiali organici e naturali.

Gli acari sono minuscoli artropodi, parassiti grandi circa  ¼ di millimetro. Perché sono dannosi per l’uomo? Perché si nutrono di pelle umana - come ad esempio le minuscole scaglie che si trovano proprio nella polvere. Per questo li troviamo all’interno di quest’ultima, oppure anche nei materassi, dove vengono a contatto con noi. Prosperano in ambienti caldi e umidi - come può essere, appunto, l’interno di un materasso non abbastanza traspirante. Come spiega l’Istituto Superiore di Sanità, “l'allergia agli acari della polvere è causata dall'inalazione di una proteina presente nei "detriti" degli acari della polvere, come le loro feci e i loro corpi in decomposizione.”

Come si eliminano?

Essendo dei parassiti minuscoli, e invisibili a occhio nudo, è ovviamente difficile accertarsi della loro presenza, ed è anche piuttosto complicato combatterli - ma esistono tanti modi per poterlo fare. Il primo, come detto, è acquistare, fin dall’inizio, materassi in materiali anallergici, come la schiuma di poliuretano o il lattice, molto traspiranti. Ma ci sono anche tanti semplici consigli, per chi già possiede un materasso di altro tipo:

  • arieggiare il più possibile la stanza subito dopo essersi alzati. Al mattino, appena svegli, come prima cosa aprite le finestre e fate circolare un po’ l’aria, prima di rifare il letto. In questo modo toglierete umidità all’ambiente e al materasso;
  • combattere la polvere, quindi pulire e aspirare la stanza ogni volta che potete, e aspirare anche il materasso. Questo significa anche eliminare e aspirare il pelo degli animali domestici, che può essere vettore di acari;
  • utilizzate materassi e cuscini sfoderabili, più facili da lavare regolarmente, e lavate la biancheria ad alte temperature;
  • quando potete, mettere materasso e cuscini al sole (ad esempio per prendere un po’ d’aria). Dal momento che gli acari sono fotofobici, verranno eliminati.

Come si disinfetta il materasso dagli acari? Per la disinfezione, dopo l’eventuale comparsa degli acari, ci sono diversi metodi:

  • il bicarbonato di sodio, che ha una forte azione disinfettante ed è naturale, quindi non rischia di rovinare il materasso o di intaccarne le proprietà. Inoltre, oltre a disinfettare, inibisce l’azione degli acari, che non si possono riprodurre. Come si usa? Può essere cosparso sulla superficie del materasso e lasciato per un paio d’ore, prima di aspirare i residui con l’aspirapolvere, o può essere messo in uno spruzzino con dell’acqua e spruzzato sul materasso (in quest’ultimo caso, solo se il materasso non è in poliuretano espanso o lattice) ;
  • si possono anche usare oli essenziali  come olio di lavanda, eucalipto o tea tree oil;
  • ovviamente ci sono poi in commercio prodotti appositi come gli spray acaricidi, che però possono contenere sostanze chimiche per cui è sempre bene leggere l’etichetta e controllare che non ci siano sostanze cui siete allergici.

Se hai bisogno di ulteriori consigli per un buon riposo in ogni momento dell’anno, sulla scelta del materasso migliore per le tue esigenze o su come eseguire una perfetta manutenzione, non esitare a contattarci o a venirci a trovare in uno dei nostri punti vendita. Il nostro staff è a tua disposizione per aiutarti a trovare il materasso ideale per assicurarti un sonno tranquillo e rigenerante.

 

Buon riposo!

Rispondi a qualche domanda

Configura il tuo materasso ideale

Inizia adesso

Se rispondi a poche e semplici domande sulle tue abitudini e sulle tue caratteristiche fisiche, saremo in grado di suggerirti la soluzione migliore per le tue esigenze. Inizia adesso

X

Newsletter

10% di sconto subito per te!

Iscriviti e resta sempre aggiornato. Non farti scappare le ultime novità e offerte in anteprima dal mondo Mollyflex

© 2020 MOLLYFLEX Srl Cod. Fisc. e P.IVA 03110070988 - Reg. imprese 03110070988 - R.E.A. BS 505834 - Cap.Soc.Euro 30.000,00 I.V.