Pro e contro dell’aria condizionata durante la notte

L’aria condizionata è un toccasana per le giornate di caldo torrido che rendono insonni le nostre notti. Purtroppo però, l’uso eccessivo dell’aria condizionata può anche diventare controproducente per la nostra salute, se non utilizzata in maniera attenta e corretta. Basta davvero poco per servirsi di questo prezioso strumento con intelligenza, senza necessariamente andare ad incappare ai fastidiosi malanni causati proprio dall’aria condizionata.

 

Aria condizionata: come usarla nel modo corretto

Per utilizzare al meglio l’aria condizionata, senza doverne subire gli eventuali effetti indesiderati, si consiglia di:

  1. Abbassare la temperatura di max 5 o 6 gradi rispetto alla temperatura esterna. Scendere al di sotto di potrebbe causare malattie da raffreddamento come: sinusiti, cefalee, dolori addominali e tutte le conseguenze disastrose di un brusco cambio di temperatura
  2. Meglio evitare di utilizzare l’aria condizionata quando si è troppo sudati e proteggere le parti del corpo più delicate come collo, spalle, così da evitare dolori muscolari e disturbi ossei
  3. Ricordarsi di posizionare i getti dell’aria prevalentemente verso il soffitto, evitando quindi l’esposizione diretta all’aria
  4. Mettere un timer al condizionatore ed evitare di lasciarlo acceso tutta la notte, così da non imbattersi in un fastidioso mal di testa, in mal di gola o in dolori muscolari al risveglio. La temperatura corporea di notte, infatti, tende ad abbassarsi e al mattino si potrebbe avvertire del malessere
  5. Pulire periodicamente il filtro del condizionatore per evitare che si annidino acari, polvere e pollini. Se i filtri sono sporchi c’è una forte probabilità che entrino in circolo batteri che possono provocare allergie, difficoltà respiratorie, ma anche infezioni importanti come la Legionellosi.
Condividi su